Sei in » Turismo
15/04/2017 | 17:35

Lunedý 17 aprile, a pasquetta, immersi nella natura del Salento in uno degli angoli pi¨ affascinanti: il faro della Palascia al capo di Otranto.


Il faro di Punta Palascia a Otranto


Otranto. Siamo a Capo d’Otranto, già Punta Palascìa,  il punto più orientale d’Italia dove ogni giorno sorge la prima alba. Una pasquetta all’insegna della natura, della cultura e della tradizione per una full immersion di dodici ore. Da mezzogiorno a mezzanotte di lunedì 17 aprile, il vecchio faro, la casa del custode e la vista mozzafiato nel Salento più bello, saranno la cornice ideale all’interno della quale prenderà vita la prima edizione di un evento in grande ascesa.  
 
Un appuntamento per tutti quelli che attendevano da tempo l’anticipo dell’estate in un luogo dove il divertimento, la cucina tradizionale e la buona musica saranno la combinazione perfetta per trascorrere una pasquetta differente.
Ricchissima la proposta gastronomica con i piatti della tradizione e lo street food salentino con l’immancabile barbecue ed uno spazio attrezzato, dedicato ai drink da grandi occasioni.
 
La musica sarà come sempre protagonista: dal reggae all’elettronica, passando per il funk, il soul e la grande house music e saranno affidate, in ordine di esibizione, a Dj War, Gopher, Okee Ru, Cristian Carpentieri e Buck. Una line up composta da artisti autorevoli che racchiude tutti i maggiori orientamenti musicali in voga tra i giovani pugliesi. La giornata si aprirà e si chiuderà con una sessione d’ascolto della riproduzione dei suoni del mare e della natura sottomarina.
Una novità assoluta per quanti vorranno vivere questa magia a Capo d’Otranto, sud est della Puglia dove si staglia maestoso il faro di Palascia, a far da guardia al canale che stringe le correnti tra Salento e Albania. Proprio qui, e non altrove, punto di incontro tra il mar Ionio e il mar Adriatico.
 
Una delle curiosità più assolute di questo scorcio di terra è che tutta la rete telefonica nella zona del faro fa riferimento alla rete della Grecia. Il faro, in seguito ai lavori di ristrutturazione, ha assunto un certo interesse dal punto di vista architettonico, oltre ad essere ovviamente, un riferimento per le imbarcazioni. All’interno è stato anche istituito un museo multimediale del mare, dove i visitatori potranno ricevere interessanti informazioni sulla fauna e la flora della zona.
 
Il ricavato dell’evento di Pasquetta, manifestazione promossa dalla Sezione di Otranto di Legambiente e dallo stesso Centro Educativo Ambientale (CEA) in collaborazione con alcuni promoter legati al mondo della notte leccese, verrà devoluto in parte alle opere di manutenzione della struttura stessa.
 
Un altro imperdibile appuntamento tra i tanti della pasqetta salentina 2017; un itinerario che coinvolge per trascorrere un giorno di festa tra cultura, folklore, gente e natura che da sempre richiamano le sensazioni più intense dell’anima salentina.
 
A cura di Serena Pacella Coluccia




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |