Sei in » Cronaca
04/05/2017 | 14:50

​Una donna, di nazionalitą italiana, č stata colta da un attacco cardiaco mentre si trovava a bordo della 'Costa Neoclassica' diretta in Croazia. Immediato l'intervento della Guardia Costiera che ha salvato la vita alla povera malcapitata.


i soccorsi nel porto di Otranto


Otranto. La crociera a bordo della Costa Neoclassica, partita dal porto del Pireo, il più grande scalo marittimo della Grecia e diretta nella perla della Croazia, Dubrovnik, si è trasformata in un incubo per una donna, di nazionalità italiana, colta da un malore improvviso, un arresto cardiaco per la precisione.
  
La nave si trovava a 23 miglia al largo di Otranto, quando è partita la richiesta di soccorso, giunta alla centrale operativa del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto. Senza perdere tempo prezioso, sono scattate le procedure previste dal “Piano locale e nazionale di Ricerca e Soccorso in mare”. Così, una motovedetta CP 809, con a bordo personale medico del Servizio di Emergenza ed Urgenza Sanitaria ha raggiunto il punto indicato nella ‘chiamata’.
  
Le operazioni di soccorso, coordinate costantemente dalla Guardia Costiera di Otranto, sono state particolarmente difficoltose a causa delle delicate e critiche condizioni di salute della malcapitata. La donna, infatti, è stata sottoposta a frequenti massaggi cardiaci durante tutta la fase del trasbordo e del trasferimento a terra. Insomma, è stato fatto quanto umanamente possibile per scongiurare il peggio.
  
Una volta raggiunta la terraferma e il molo “San Nicola” del porto di Otranto, la cittadina italiana interessata dal malore è stata trasportata a bordo di un’ambulanza direttamente all’ospedale ‘Vito Fazzi’ di Lecce, dove i medici che l’hanno presa in cura l’hanno sottoposta a tutte le successive cure sanitarie del caso.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |